IL MEDITERRANEO

  • Il Mediterraneo : un tesoro collettivo

Spazio unico per gli uomini come per la fauna e la flora, il Mediterraneo è un tesoro collettivo che abbiamo la responsabilità di proteggere.

E’ ”un punto caldo” di biodiversità marina : il 9% delle specie marine vi sono rappresentate per una superficie corrispondente all’1 % della superficie totale degli oceani del pianeta !

Fin dall’Antichità il Mar Mediterraneo costituisce un patrimonio eccezionale per i popoli rivieraschi e l’insieme dell’umanità.

E’ sulle sue rive che sono nati la democrazia, i monoteismi e numerose civiltà tanto potenti quanto influenti.

Via di scambi attraverso i secoli, il suo ruolo socio-economico perdura per le attività ricreative o turistiche, il commercio marittimo e la pesca professionista.

  • Il Mediterraneo, futuro mar morto ?

La sua ricchezza ecologica contribuisce al suo potere di attrazione, malgrado le diverse nocività sull’ambiente e le specie :

° Assottigliamento e degrado delle zone di vita di animali e vegetali.

° Impatto della pesca

° Riscaldamento climatico

° Inquinamento da pesticidi, metalli pesanti, idrocarburi, detersivi, rifiuti di stazioni di depurazione, rifiuti solidi, etc.

In termini di inquinamento da plastica, 250 miliardi di microframmenti contaminano già il Mediterraneo in superficie.

Vista la capacità di queste particelle di perdurare nell’ambiente e di accumulare i contaminanti, quali effetti ci possiamo aspettare sull’Uomo e sugli ecosistemi ?

Il Mar Mediterraneo sta diventando una “zuppa di plastica” ingerita dai pesci e perfino dal plancton, base di tutta la catena alimentare?

Il Mediterraneo è realmente in pericolo se non facciamo nulla !

L’Expédition MED , cosciente di questa ricchezza e di questa fragilità, desidera contribuire alla sua protezione nel quadro dei suoi programmi scientifico e pedagogico.

Expédition MED si impegna in ciò, e voi ?